Collegati con noi

Intrattenimento

Luca Lombardo il trasformista conquista il Teatro Acacia con il suo Poubelle

Pubblicata

il

LUCA LOMBARDO ACACIA DUE FOTO

NAPOLI – Il trasformista Luca Lombardo ha conquistato il pubblico giunto da tutta Italia al teatro Acacia con il suo spettacolo cult “Poubelle”. Il mirabolante mago, prestidigitatore, attore, clown e trasformista Lombardo, ha tenuto per circa due ore grandi e piccini incollati alle poltrone. Sulle tracce dei grandi maghi e trasformisti della storia, non ultimo il leggendario Leopoldo Fregoli, l’artista ha ricostruito in scena, da perfetto one man show, i tratti di un mondo fantastico, ricco di invenzioni, peripezie, prodigiosi cambi di costume e personaggi. Dialogando scherzosamente con un pizzico di fantasia, grazie a una voce fuori campo, con il grande maestro della magia Silvan, e poi, discutendo con un “amico immaginario” incarnato da un disegno parlante, Lombardo entusiasmato i presenti spaziando dall’illusionismo al trasformismo. Puntando sul suo personaggio “Poubelle” e sul collaudato show sottotitolato “La magia oltre ogni immaginazione”, scritto insieme ad Augusto Fornari che ne firma pure la regia, anche al Teatro Acacia curato dalla famiglia Mirra, Luca Lombardo ha tenuto banco con una serie di divertenti monologhi e giochi di prestigio fino a giungere alla sua arte del quick-change con l’attesa sequenza di cambi d’abito. Alla fine, il pubblico, di cambi avvenuti nello spazio di pochi secondi ne ha contati circa trenta con l’apparizione di tipi come i celebri Mario Bros, Mary Poppins, lo Spazzacamino, Peter Pan e Lupin 3 arrivato deciso dal mondo dei Manga. Divertendo la platea vomerese e gli ammiratori giunti da tutta Italia, Luca, anche nella sua città natale ha confermato il valore di un artista pronto a raggiungere grandi mete internazionali. Interpretando il suo clown ricco di buoni sentimenti dal naso rosso (lo stesso naso che è stato distribuito al pubblico in sala) e soprattutto portando tra la gente il suo “Poubelle”, che tradotto in italiano significa “Spazzatura”, Lombardo ha proposto alla sua maniera un nuovo modo di realizzare i cambi passando dal ruolo di personaggio circense a quello di prestigiatore e trasformista. Forte dell’insegnamento di alcuni eccezionali maestri internazionali, l’apprezzato artista ha portato in scena una rappresentazione ricca di sentimenti ed emozioni. Uno spettacolo, quello ammirato all’Acacia, volato via veloce tra i racconti di vita dello stesso artista, pronto a lasciare la carriera militare per la strada della magia, e tra le travolgenti performance fatte di estro e genialità. Sulla scia dei successi ottenuti in giro per il mondo, Luca Lombardo ha affascinato il pubblico partenopeo con uno show sorprendente fatto di bravura, poesia e fantasia senza confini. 

Continua a leggere