Collegati con noi

Wine&Food

Cantine Aperte: arte, trekking, yoga e molto altro per un weekend all’insegna del gusto e della sostenibilità

Pubblicata

il

Foto di Giuseppe Tronio

ROMA – Cantine Aperte spegne trenta candeline e si prepara a festeggiare con un palinsesto ricco di iniziative e eventi per tutti gli appassionati del vino. Tanti gli appuntamenti nelle 18 regioni partecipanti – tra concerti, esposizioni fotografiche, wine trekking, lezioni di cucina e street food – che daranno un importante slancio alla ripresa del turismo enogastronomico. In ottica di ripresa, il Movimento Turismo Vino si farà promotore di un’importante campagna di sensibilizzazione sulla sostenibilità e sul consumo consapevole del vino, due grandi sfide del mondo enoturistico, in collaborazione con WIM.
Molte le regioni a prediligere il connubio vino-arte con un ampio ventaglio di iniziative. Dai concerti jazz in programma in Puglia alle mostre d’arte e scultura del Veneto, passando per le imperdibili degustazioni enomusicali in Toscana: si tratta di un’esperienza unica, durante la quale ogni calice in degustazione sarà abbinato a un brano musicale scelto da un sommelier e musicista con l’obiettivo di emozionare gli ospiti, non solo attraverso il gusto. In tutte le regioni sarà comunque possibile assistere a esposizioni fotografiche, spettacoli e altri eventi a cui accompagnare i vini delle Cantine Aperte.
Per i più attenti al benessere e alla forma fisica, o per chi desidera immergersi nei suggestivi paesaggi della nostra Penisola, il programma è altrettanto denso di appuntamenti. Numerose le cantine piemontesi ad organizzare sessioni di wine trekking, in cui i visitatori passeggeranno lungo gli incantevoli sentieri collinari, fermandosi di tanto in tanto a degustare un calice di buon vino all’insegna della convivialità. Visite in vigna protagoniste anche in Trentino Alto Adige, questa volta in e-bike; sarà infatti possibile affittare una bicicletta con pedalata assistita per non perdersi gli incredibili colpi d’occhio dei paesaggi altoatesini, senza ovviamente rinunciare al piacere della degustazione. Sempre in tema fitness, impossibile non menzionare le sessioni di yoga in programma in Puglia, Veneto e Toscana. Gli ospiti potranno provare un’esperienza rilassante tanto per il corpo quanto per la mente, scoprendo come il vino sia un fedele alleato del benessere sia fisico, che psicologico.
Nel folto programma della trentesima edizione di Cantine Aperte non poteva mancare lo street food, ormai una certezza nel panorama degli abbinamenti col vino. In quasi tutte le regioni aderenti sarà possibile trovare cantine affiancate dai food trucks locali, per provare un’esperienza enogastronomica sorprendente. E se qualcuno volesse anche imparare a cucinare le specialità regionali, alcune cantine metteranno a disposizione le loro cooking classes, vere e proprie lezioni di cucina per i più intraprendenti cuochi amatoriali.
“Tutte le cantine hanno dimostrato grande entusiasmo e disponibilità nell’organizzazione dell’evento – spiega Nicola D’Auria, presidente del Movimento Turismo Vino – e non c’è modo migliore di celebrare la trentesima edizione di Cantine Aperte. Come Movimento siamo tutti orgogliosi – prosegue D’Auria – dell’impegno dimostrato per promuovere un consumo sostenibile e responsabile del vino, tematiche oggi di grande interesse e di cui vogliamo essere un punto di riferimento”.
Proprio in tema di sostenibilità e consumo responsabile il Movimento Turismo Vino può vantare due nuove, importanti partnership: la prima, siglata con Sorgenia, è mirata all’adozione da parte dei soci di fonti di energia rinnovabile e pulita. Una scelta esemplare da parte del MTV, che dimostra ancora una volta il suo particolare coinvolgimento nella difesa dell’ambiente e della salute delle persone. Ed è sempre nel segno della salute che è nata la collaborazione con Wine in Moderation (www.wineinmoderation.eu/it), e Unione Italiana Vini (UIV), con l’obiettivo di incentivare una cultura del vino consapevole. È attraverso sinergie come queste che il MTV supporta anzitutto i consumatori, diffondendo un messaggio educativo e di grande attualità.
Per chi volesse già avere un assaggio di alcune delle inziative in programma, sono disponibili delle anteprime social: nei giorni immediatamente precedenti a Cantine Aperte, una squadra di testimonial digitali “ha testato” le iniziative in programma e degustato i vini presso alcune delle Cantine del Movimento. Circa una cinquantina di Influencer accreditati ha visitato in anteprima le aziende di Trentino Alto Adige, Marche, Toscana, Umbria, Abruzzo, Lazio, Campania e Sardegna per raccontare agli enoturisti cosa aspettarsi il 28 e 29 Maggio. E’ possibile godere di questi trailer del divertimento visitando i canali social di MTV Italia (Facebook e Instagram).
Dunque un fitto programma di iniziative di formazione e divulgazione che va ad affiancare le proposte di intrattenimento e degustazione dell’ultimo weekend di maggio nelle regioni italiane. Ed ecco i programmi delle 18 regioni d’Italia aderenti (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Marche, Molise, Piemonte, Lombardia, Sardegna, Toscana, Trentino Alto Adige, Veneto, Puglia, Sicilia e Umbria), per un totale di oltre 600 cantine.

Abruzzo: nelle 43 cantine un weekend all’insegna della tranquillità e della spensieratezza per godere degli spazi all’aperto delle migliori cantine abruzzesi, pronte ad accogliere gli ospiti con un sorriso e con i loro vini. E per l’occasione, tra una cantina e l’altra, mettete in agenda anche una visita in un frantoio! In collaborazione con #EVOAbruzzo di #MTOAbruzzo tante aziende della Regione faranno assaggiare anche dell’ottimo olio d’olivo evo rigorosamente abruzzese.
Basilicata: sono 19 le cantine aderenti all’iniziativa con degustazioni, pranzi in vigna e picnic nello splendido scenario offerto da una regione incontaminata e suggestiva.
Calabria: visite e degustazioni in 15 cantine aderenti all’evento. Passeggiate tra i filari e all’ombra di olivi secolari, degustazione di vini e prodotti tipici e tradizionali tra cui non possono mancare salumi e formaggi, E poi laboratori sensoriali e mostre d’arte, per riscoprire i mille volti di questa bellissima terra le origini del vino.
Campania:13 cantine propongono pic nic in vigna e in terrazza, suggestive visite al tramonto e aperitivi sotto le stelle, wine trekking e giri in bicicletta tra i filari fino a pranzi didattici e “laboratori di pasta tipica”. Non mancheranno musica e momenti culturali.
Emilia-Romagna: 38 cantine aderenti aprono le porte agli enoturisti e regalano l’allegria e le emozioni della convivialità. Segnaliamo winetrekking tra i filari, degustazioni di vino e prodotti tipici.
Friuli Venezia Giulia: ben 77 cantine partecipanti: due giorni di iniziative per raccontare pienamente il variegato enomondo regionale: visite in cantina, degustazioni, prelibatezze enogastronomiche, passeggiate nella natura, laboratori sensoriali ed esperienze suggestive accompagneranno il visitatore. Da non perdere le Cene (sabato 28) e i Pranzi (domenica 29) con il Vignaiolo, un format che invita a vivere un’esperienza dal sapore totale, impreziosita da un menù esclusivo e dall’incontro coi vigneron. Domenica, inoltre, le vostre degustazioni potranno essere arricchite dagli speciali Piatti Cantine Aperte, proposte della cucina del territorio abbinate a un vino disponibili nelle aziende aderenti.
Lazio: 6 cantine accoglieranno i wine lover come veri amici dai migliori produttori associati, guidati tra botti e gallerie, per degustare il loro vino abbinato ai prodotti tipici dell’agricoltura locale nell’Angolo Dei Sapori (pane, salumi, formaggi, porchetta, prodotti biologici e sott’olio, dolci, miele, marmellate ed altre golosità) per promuovere oltre al vino i prodotti agricoli e gastronomici dei territori della Regione Lazio. Da segnalare un’iniziativa a sfondo: un progetto di inclusione in collaborazione con Economia Carceraria ed Ethicatering. Un bar tender creerà un aperitivo esclusivo con il vino.
Marche: nelle 73 cantine della regione, degustazione, incontri con l’arte, la cultura del territorio e passeggiate nei percorsi naturalistici. Info generali su https://bit.ly/3yGZtuS . Per maggiori informazioni sui programmi si suggerisce di consultare i social e i siti delle cantine socie.
Molise: 5 cantine accoglieranno con eventi e degustazioni gli enoturisti.
Piemonte: 32 cantine aderenti dislocate nelle diverse zone vitivinicole della regione. Laboratori, assaggi, degustazioni. E poi esposizioni fotografiche nei Parchi della regione e passeggiate nelle riserve naturalistiche: segnaliamo n viaggio nella biodiversità tra vino e orchidee! un percorso in vigna alla ricerca delle orchidee spontanee con degustazione di vini biologici e vegani.
Sardegna: 12 cantine da Nord a Sud dell’isola organizzano esperienze uniche, come passeggiate a piedi nudi tra i filari, street food abbinato al vino, dj set, mountain bike in vigna, laboratori per bambini e molto altro. Segnaliamo l’iniziativa dei microtour locali, ossia la possibilità di effettuare un circuito di visita di più aziende della stessa zona, assistiti dagli stessi vignaioli.
Toscana: 73 cantine festeggiano il “Peccato naturale”, il tema di Cantine Aperte: un ritorno alla natura e alla naturalità, un ritorno alla terra, ma anche all’anima delle proprie passioni, dall’arte alla gola, dalla musica alle emozioni.
Vini naturali, degustazioni in luoghi suggestivi, riscoperta degli angoli architettonici più belli delle cantine, ma anche musica, mostre d’arte e molto altro sono la proposta di quest’anno.
Trentino Alto Adige: sono 20 le cantine pronte ad accogliere i wine lover per accompagnarli alla scoperta delle peculiarità enologiche del territorio regionale. Segnaliamo la possibilità di un tour guidato in bici elettrica, passeggiate tra i filari con vista sulla Piana Rotaliana. E ancora percorsi “multisensoriali”, degustazioni di prodotti tipici e tradizionali. E poi musica, opere artistiche e teatrali (musicate).
Veneto: 58 cantine propongono numerose attività, tra cui degustazioni e visite guidate, laboratori di pittura per bambini e fattorie didattiche, concerti, mostre d’arte di artisti locali, yoga e relax tra le vigne. Non mancherà la l’assaggio di prodotti tipici locali anche grazie alla presenza di food truck la presenza di artigiani con prodotti ecosostenibili e tanto altro.
Lombardia: le cantine aderenti sono 38. La celebrazione della grande festa dell’Enoturismo prevede visite delle cantine, degustazioni, tour, soggiorni, attività e ottima gastronomia affiancata ai pregiati nettari regionali.
Puglia: anche in questa splendida regione sono 39 le cantine partecipanti. Tour e visite in cantina e in vigne, spettacoli e, soprattutto, il contatto diretto tra estimatori del vino, luoghi di produzione e produttori, all’insegna del rispetto e della sostenibilità, sono gli ingredienti del programma regionale.
Sicilia: nella nostra isola maggiore sono 22 le cantine aderenti. In programma visite guidate, degustazioni con abbinamenti food&wine, attività naturalistiche, ma anche momenti di relax e di divertimento. Tutte iniziative di intrattenimento variegate, nel segno della qualità e della promozione dei luoghi di produzione del vino. E non solo un programma di esperienze all’insegna del rispetto per l’ambiente e del bere.
Umbria: le 49 cantine partecipanti propongono degustazioni guidate, abbinamenti Food&Wine e diverse iniziative di conoscenza, divertimento e relax, all’insegna dell’enoturismo di qualità. Anche per il 2022 MTV Umbria conferma la partnership con AIRC – Associazione Italiana Ricerca contro il Cancro Umbria, a cui sono devoluti i fondi della vendita del calice di Cantine Aperte, a favore della ricerca scientifica contro le patologie oncologiche. Da segnare infine in agenda: dopo l’appuntamento primaverile più amato dagli enonauti, per tutta l’estate degustazioni, visite e gusto in cantina anche con Vigneti Aperti.
VIGNETI APERTI – Dopo Cantine Aperte, la possibilità di visitare le cantine dell’Umbria e di assaporare le eccellenze del territorio regionale prosegue con Vigneti Aperti. Per tutta l’estate, nei weekend, saranno organizzate iniziative alla scoperta del vino umbro e dei suoi luoghi di produzione. Un’opportunità per promuovere e arricchire la vacanza in Umbria, Veneto, Friuli Venezia Giulia e molte altre regioni.

(FOTO DI GIUSEPPE TRONIO)

Continua a leggere