Collegati con noi

Attualità

Bari: si riaprono le porte del carcere per Radames Parisi e Antonio De Fano

Pubblicata

il

BARI – Dopo le misure eseguite dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Bari, nella prima decade del mese di dicembre scorso, nell’ambito della cosiddetta operazione Rewind”,  a carico di quattro soggetti, destinatari di ordinanze di ripristino della custodia cautelare in carcere, in sostituzione di quella degli arresti domiciliari a seguito delle continue violazioni delle prescrizioni imposte dai Giudici di Bari, si registrano ancora due arresti eccellenti effettuati nei giorni scorsi.

Si tratta di PARISI Radames, classe 84, detto “Mames” (procugino del noto PARISI Savino) e DE FANO Antonio, 36enne, detto Ciccigomma. Anche nei confronti dei due, nell’ambito della manovra investigativa condotta dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Bari, sotto il coordinamento della Procura Distrettuale Antimafia di Bari, volta a verificare la sussistenza di processi di riassetto dei gruppi criminali operanti su Japigia e la riorganizzazione dei traffici illeciti, è stata accertata la violazione delle prescrizioni imposte dalle misure cautelari conseguenti alle operazioni di servizio, condotte da Polizia e Carabinieri il 07.10.2019 ed il 02.12.2019 e con le quali era stato inferto un duro colpo ai clan Parisi e Palermiti.

Il GIP del Tribunale di Bari, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, concordando con le risultanze investigative prodotte dai Carabinieri, ha ora ripristinato la misura cautelare inframuraria, in luogo di quella domestica, nei confronti dei due soggetti, i quali sono stati tradotti presso la casa circondariale del capoluogo pugliese.

Continua a leggere

Informazione

Il “genio italiano” illumina il calendario 2022 di Skaramacay

Pubblicata

il

Da

st 01

NAPOLI – E’ dedicata al “genio italiano” la dodicesima edizione del calendario della compagnia di danza Skaramacay, “EurekaThought In Italy”. “Troppo spesso – ricorda Erminia Sticchi, fondatrice, regista e coreografa della Compagnia di danza Skaramacay – abbiamo la sensazione di vivere in un Paese mediocre, sempre al traino di qualcosa che viene dall’esterno, eppure le cose non sono quasi mai andate così. Skaramacay vuole ricordare a tutti gli italiani che possiamo essere ancora quello che siamo stati, il genio, la creatività, l’arte, fanno parte della nostra cultura, del nostro DNA e nessuno potrà strapparci questo patrimonio”. “In realtà – conclude – dipende soltanto da noi, dalle scelte che facciamo ogni giorno, da chi scegliamo di essere, perché sono le nostre azioni che ci definiscono e che definiscono il tempo in cui viviamo”. Idea e soggetti del calendario sono di Erminia Sticchi, le fotografie di Alessandro Vitiello, la grafica di Nestor Aiello. Le modelle: Amina Arena, Chiara Celotto, Anna Cammisa, Imma Tammaro, Daniela Zampella.

Continua a leggere

Informazione

#3D Culture: un altro genere di comunicazione per raccontare l’#umanità

Pubblicata

il

Da

COVER YIN

NAPOLI – La rivista patinata #3D Magazine si evolve in #3D Culture, un nuovo genere di comunicazione per raccontare l’umanità. Da oggi, 5 gennaio, il nuovo numero di #3D Culture speciale #Umanità è prenotabile sul sito del magazine (www.magazine3d.it/ordina); parte del ricavato della vendita della rivista sarà devoluto a SOS Salvavita il nuovo progetto che si occupa dell’assistenza delle donne vittime di violenza dell’associazione Progetto Donna. Con la nuova copertina total black e soft touch, la nuova grafica, i contenuti ricercati ed esclusivi, #3D Culture, la rivista edita da Palma Sopito, diventa sempre più cult. Storie di persone, di personaggi, di passioni da oggi saranno anche in versione tascabile in un prezioso cofanetto con all’interno il qr-code per leggere la versione digitale. Un’occasione imperdibile per avere la rivista a portata di mano, da oggi in una duplice versione cartacea e online che abbatte ogni frontiera tra il digitale e la carta stampata. Le interazioni tra la rivista e il mondo 2.0 sono presenti anche nella versione cartacea e grazie ai qr-code è possibile guardare le sfilate, approfondire i singoli contenuti e giocare al nuovo cruciverba #3DPeople, un esperimento sociale per le strade di Napoli: 21 persone hanno posato per la rivista e toccherà ai lettori scoprire la vera identità dei volti ritratti. Il leitmotiv del nuovo numero è umanità. Lo scopo è raccontare il genere umano attraverso le parole della pioniera dell’informazione e dell’immagine Margaret Bourke-White, la prima donna per cui venne disegnata una divisa di corrispondente di guerra; raccontare la capacità visionaria e narrativa di Sebastião Salgado che con il progetto “Amazônia” ha catturato la ricchezza della foresta amazzonica brasiliana e i modi di vivere dei popoli che la abitano; un viaggio nella mostra “Un’Antologia” di Paolo Pellegrin che con le sue immagini comunica al mondo la sua personale visione della condizione umana: la tensione tra sofferenza e violenza, tra la tragedia e la bellezza della Natura. Nelle due cover, yin e yang, sono presenti storie di eccezionale imprenditoria: protagonisti Ciro Thierry Perrella, autore del libro “Uno svizzero napoletano” in cui racconta la storia della sua famiglia fondatrice della Fiera di Riardo e Valentina De Ponte che, nel connubio tra psicologia e impresa, mostra una prospettiva diversa per osservare un’azienda; entrambi immortalati dal fotografo Lorenzo Cabib e intervistati dal Direttore Responsabile Valentina Nasso. All’interno del numero Umanità si racconta l’arte culinaria di Gianfranco Vissani e quella inedita di Leonardo Da Vinci, la creatività dell’artista Roxy in the Box e del fantasy researcher Diego Cusano, l’amore per il suo territorio di Chiara Di Gennaro, quarta generazione della Di Gennaro Spa, la tradizione artigianale nelle borse di pelle firmate Giulia Carlino, il nuovo brand moda Gli Psicopatici che punta tutto sulla personalizzazione, il docufilm Lazzarelle ideato dal brand di abbigliamento femminile Silvian Heach e dalla Cooperativa Lazzarelle per dar voce alle detenute di Pozzuoli. Lo speciale illustra le nuove tendenze moda e accessori con l’intervista ai fashion designer Francesca Liberatore e Nicola Bacchilega, al Creative Curator di Borsalino, Giacomo Santucci; racconta l’attenzione per l’ambiente con il reselling di abiti usati provenienti da Paesi Occidentali che è stata al centro della sesta edizione dell’Afro Fashion Week, l’idea di sostenibilità del designer Álvaro Catalán che ha realizzato con Plastic Rivers una collezione di tappeti prodotti con filati ricavati da detriti di plastica riciclata e la geniale ispirazione davinciana di Maria Koijck che, raccogliendo tutto il materiale chirurgico proveniente dal suo intervento, dimostra quanto spreco ci sia dietro a una sola operazione al cancro del seno. Eugenio Viola, scelto dal Ministro Franceschini per curare il Padiglione Italia della 59esima Biennale di Venezia, si racconta in una lunga intervista, il fotografo Antonio Biasiucci racconta il suo amore per la fotografia come un dono. Il nuovo numero mostra la bellezza di Villa Domi storica dimora napoletana, mentre Montecarlo Real Estate spiega ai lettori di #3D Culture come trovare la casa dei sogni. Nello speciale #Umanità sono presenti le immancabili interviste hashtaggate format di #3D Culture ai volti di Striscia la Notizia, Valeria Graci e Jimmy Ghione e l’intervista alla signora del palcoscenico italiano Paola Quattrini. Si scoprono le nuove frontiere dell’intelligenza artificiale e i consigli sui prossimi libri da leggere: Oliva Denaro di Viola Ardone e la storia di Massimiliano Campanile l’hair stylist alla sua prima esperienza da scrittore. Il nuovo numero svela le innovazioni del design e dei musei moderni che diventano sempre più inclusivi tra reperti del passato e scenari del futuro, con uno sguardo a New York e a Dubai per osservare quanta diversità umana convive nella stessa città. #3D Culture celebra i quarant’anni dalla scomparsa del cantautore Rino Gaetano e il grande talento di Beatrice Venezi, una delle poche donne che dirige orchestre di livello internazionale. Sfogliando le pagine della rivista basterà inquadrare il qr-code per ascoltare la playlist musicale selezionata da #3D Culture che accompagna la lettura dello speciale #Umanità.

Continua a leggere

Moda & Tendenze

E’ tempo di Christmas Market: il mercatino più “Chic and Cool” di Milano

Pubblicata

il

Da

marianna bonavolonta

MILANO – Nella splendida cornice del Circolo filologico Milanese in via Clerici 10 a Milano, la Fondazione De Marchi Onlus, le manager Patrizia Gaeta e Alessia Schepis, in collaborazione con “The Chic and Cool”, presentano l’edizione 2021 del loro Christmas Market, tra gli appuntamenti natalizi più attesi nella capitale dello shopping. Marianna Bonavolontà (NELLA FOTO), giornalista e fondatrice di Chic Advisor, la guida online dei negozi artigianali di nicchia, è testimonial di questo evento organizzato a sostegno delle attività della Fondazione e a supporto dei brand di artigianato italiano e internazionale. Presente anche il colosso cinese SHEIN, da tempo sostenitore della Fondazione, che omaggerà tutti i partecipanti al contest #SHEINholidays con dei doni.

Prenderanno parte alla manifestazione numerosi personaggi tra youtuber e influencer famosi, che presiederanno anche agli aperitivi serali insieme al cantautore italiano Alberto Fortis, reduce dal successo incassato all’Expo di Dubai ove –  nel padiglione Rotary International dei Sette Emirati – ha portato insieme al cantautore Omar Pedrini e al pittore Renato Missaglia due video: «Experience 1 e 2».

La Fondazione G. e D. De Marchi ONLUS è stata fondata da un gruppo di medici e di genitori che ha sentito l’esigenza di fare qualche cosa di più della semplice terapia medica per i loro bambini affetti da tumori ed altri gravi malattie; resisi conto che non bastava curarli con le migliori terapie possibili, hanno puntato sul supporto assistenziale e psicologico “umano e a misura di bambino” con l’obiettivo finale della “normalizzazione” e di una buona qualità della vita. Oggi presso la Clinica Pediatrica De Marchi del Policlinico di Milano viene fornita un’assistenza globale che si realizza attraverso l’istituzione di borse di studio per medici, l’acquisto di apparecchiature che rendano più rapida la diagnosi, il miglioramento delle strutture e l’impiego di équipe di psicologi, assistenti sociali, animatrici ludiche.

Marianna Bonavolontà, sempre partecipe a iniziative con finalità benefiche e culturali e da tempo impegnata nella valorizzazione dell’artigianato di lusso (in special modo quello “made in Italy”) attraverso il portale “Chic Advisor”, in qualità di testimonial del Christmas Market non solo presenterà i momenti di intrattenimento, ma curerà anche le interviste agli artigiani e agli ospiti che prenderanno parte all’evento che saranno poi pubblicate e diffuse attraverso i canali di “The Chic and Cool” e di SHEIN.

Continua a leggere

Primo Piano