Collegati con noi

Primo Piano

NetCom Group con Vodafone ed Ericsson: apre a Roma l’Elis Smart City Lab

Pubblicata

il

ROMAC’è anche NetCom Group, unica azienda campana e del Sud, nel consorzio delle 8 società italiane e multinazionali che lunedì 15 marzo inaugureranno a Roma l’Elis Smart City lab, un laboratorio immersivo in cui testare soluzioni e tecnologie innovative su misura di smart city. Il “laboratorio” del Consorzio Elis che per quattro mesi, fino al 15 luglio, vedrà in campo aziende, startup e un team di studenti di ingegneria informatica, chiamati a confrontarsi e a mettere a punto progetti che possano contribuire a dare nuova veste alle città italiane facendo leva sulle nuove tecnologie. In dettaglio si punta allo sviluppo, entro luglio, di proof of concept in luoghi ad elevata pedonabilità per testarne efficacia ed efficienza. Otto le aziende che hanno deciso di scendere in campo: NetCom Group, A2A Smart City, Autostrade Tech, Cellnex, Ericsson, Eurotech, Inwit e Vodafone che affiancheranno le tre startup Waterview, G-Move e Eagle Project. 15 gli studenti di ingegneria informatica selezionati fra circa 150 del Polo didattico del Politecnico di Milano (Digital University Elis). «E’ l’occasione – spiega Domenico Lanzo, CEO di NetCom Group – di una sperimentazione concreta su temi di grande innovazione e utilità come lo Smart city, che richiedono necessariamente un impegno comune per formare e preparare strutture tecnologiche e persone, idonee a questa grande trasformazione. La Collaborazione con Elis e in particolare con Vodafone è perfettamente incentrata e idonea a tale rilevante impegno».

Continua a leggere

Primo Piano

Ue:«combattiamo l’esitazione a vaccinarsi»

Pubblicata

il

parlamento europeo

BRUXELLES – «Le campagne di vaccinazione in Europa hanno portato a progressi significativi nella lotta contro il Covid. In alcuni Stati membri, tuttavia, la situazione rimane molto grave». E’ quanto emerge dal Consiglio Ue, in corso a Bruxelles, sulla pandemia. Opportuno, scrive in un documento il Consiglio, «intensificare gli sforzi per superare l’esitazione vaccinale, anche contrastando la disinformazione, in particolare sui social media. Poi: restare vigili sulle varianti del virus e continuare il coordinamento per la libera circolazione in e verso la Ue».

Continua a leggere

Breaking News

Consiglio di Stato: obbligo vaccinale per il personale medico è legittimo

Pubblicata

il

medicovaccino

ROMA – L’obbligo vaccinale per il personale sanitario è leggittimo. Cosi ha sentenziato il Consiglio di Stato. Respinta l’istanza di alcuni medici, paramedici, farmacisti e parafarmacisti ed altri operatori sanitari che operano nel Friuli-Venezia-Giulia. “L’obbligo vaccinale – scrivono i giudici  del Consiglio di Stato – non si fonda solo sulla relazione di cura e fiducia tra paziente e personale sanitario, ma anche sul più generale dovere di solidarietà che grava su tutti i cittadini”. L’obbligo vaccinale, aggiungono i giudici , “è imposto a tutela non solo del personale sanitario, impegnato nella lotta contro la diffusione del Covid, ma anche dei pazienti e delle persone più fragili che sono ricoverate o si recano comunque nelle strutture sanitarie o socioassistenziali”. “E l’obbligo vaccinale  – conclude il Consiglio di Stato – non si fonda solo sulla relazione di cura e fiducia tra paziente e personale sanitario, ma anche sul più generale dovere di solidarietà (art. 2 Cost.) che grava su tutti i cittadini, a cominciare dal personale sanitario, nei confronti dei soggetti più vulnerabili e che sarebbero più esposti alle conseguenze gravi o addirittura letali del virus per via del contatto con soggetti non vaccinati”.

Continua a leggere

Breaking News

Iss: deceduti vaccinati sono i più anziani e fragili

Pubblicata

il

ROMA – Secondo un approfondimento contenuto nell’ultimo report dell’Istituto superiore di sanità, basato su un campione di cartelle cliniche nel periodo 1 febbraio-5 ottobre di eceduti per Covid che hanno ultimato il ciclo vaccinale hanno un’età media più alta rispetto ai non vaccinati (85,5 contro 78,3) e sono “iperfragili”. Anche il numero medio di patologie osservate è “significativamente più alto” nei vaccinati: 5 patologie preesistenti contro 3,9 dei non vaccinati.

Continua a leggere

Primo Piano