Collegati con noi

Campania

Al Teatro Cortese per i Tradimenti firmati Russo, arriva Stefano Ariota con Le mani aperte

Pubblicata

il

NAPOLI – Una selezione drammaturgica, quella in scena con il titolo “Tradimenti” da venerdì 9 ottobre alle 21.15 al Teatro Cortese, che nel rispecchiare la necessità di un commediografo come Roberto Russo di fare ascoltare alla gente la propria voce, si trasforma in un esempio di ribellione contro la delittuosa azione d’infedeltà che da sempre si compie contro chi scrive commedie rimanendo a Napoli. Una premessa, questa, in grado di accendere dibattiti e discussioni, a partire dal primo dei sei lavori in cartellone, “Le mani aperte”, in scena come spettacolo inaugurale nello spazio di viale del Capricorno ai Colli Aminei, con un protagonista come l’attore Stefano Ariota, accompagnato dal pianista Ernesto Colicino e un regista del calibro di Luigi Russo. E così con il sottotitolo “sei infedeltà in forma teatrale” e la direzione artistica di Giuseppe Giorgio, a prendere corpo nel Teatro Cortese insieme ai testi di Roberto Russo, sarà quella dura lotta contro chi continua a imbrigliare nel nome di imperscrutabili interessi, l’evoluzione di un teatro più che mai vivo, ma che tutti vogliono far credere morto. «Nella Napoli che per la sua capacità di restare ferma nel tempo, aiuta i grandi commediografi di ieri a essere definiti profeti; nella Napoli dove a teatro, si è costretti a vedere solo gli spettacoli prescritti da immortali don Rodrigo; nella Napoli di chi faceva teatro sociale e oggi deve accontentarsi di fare teatro “social” su Facebook- ha detto lo stesso ideatore della rassegna Giorgio – “Tradimenti”, porta alla luce le considerazioni di un drammaturgo da apprezzare e studiare. I testi di un autore, intento a mettere a fuoco le violazioni morali perpetrate verso se stessi e la propria natura, verso l’amore e le aspirazioni, insieme alle slealtà consumate dalla città e dall’autorità. “Tradimenti”, anche per dire basta a quella politica di appiattimento mentale che, da troppo tempo, trova nel comparto spettacolo partenopeo uno dei terreni più fertili». Sei spettacoli intriganti, quelli scelti dalla vasta produzione di Russo e sei occasioni per osservare da vicino le creature di un commediografo da sempre in bilico tra il grottesco e il surreale, capace di affrontare il mito, gli eventi storici, la collettività e le conflittualità all’interno della famiglia, tasformando in opera teatrale i turbamenti e gli squilibri del genere umano. «Con “Le mani aperte”- ha spiegato ancora il direttore artistico Giorgio – un testo che torna in scena dopo 20 anni, liberamente ispirato ad “Alexis” di Marguerite Yourcenar, l’interprete Stefano Ariota diretto da Luigi Russo, proietta il pubblico agli inizi degli anni ’60, a Napoli, sulla collina del Vomero. Il boom economico sta per vivere il proprio tramonto e Paolo Rocca, dopo molti anni, torna nella vecchia casa paterna che è stata scenario della sua crescita dolorosa, e tormentata. Paolo sa che la casa non è del tutto disabitata. Fra quelle pietre di tufo, dietro quei vecchi tramezzi è ancora in attesa colui che da sempre è suo nemico e che per molto tempo l’ha costretto a vivere una vita che non gli apparteneva, inducendolo a tradire la sua vera natura. E’ il giorno tanto atteso, e temuto, da più di 10 anni. Paolo Rocca varca la soglia della villetta di San Giacomo de’ Capri, ed il confronto ha inizio… ».

Continua a leggere

Campania

Appalti in ospedale e camorra, 40 misure cautelari eseguite dalla polizia a Napoli

Pubblicata

il

NAPOLI – Dalle prime ore dell’alba di oggi, la Polizia di Stato su delega della Procura della Repubblica di Napoli – Direzione Distrettuale Antimafia -, sta eseguendo un’ordinanza di applicazione di misure cautelari nei confronti di oltre 40 persone, alcune appartenenti all’Alleanza di Secondigliano, altri pubblici ufficiali ed imprenditori, coinvolti nell’alterazione di gare di appalto ospedaliere, estorsioni alle ditte operanti presso le predette strutture: servizio di trasporto ammalati, onoranze funebri, imprese di costruzione, imprese di pulizie.

Continua a leggere

Campania

Whirlpool: Sgambati (Uil), «importante il sostegno del sindaco Manfredi alla vertenza»

Pubblicata

il

manfredi sgambi2jpg
Il neosindaco di Napoli Gaetano Manfredi a colloquio con la delegazione di sindacati e lavoratori della Whirlpool

NAPOLI – “Apprezziamo profondamente la disponibilità del sindaco di Napoli che già dal primo giorno del suo insediamento aveva utilizzato parole di sostegno per la vertenza Whirlpool, adesso con l’incontro di stamattina, a Palazzo san Giacomo,  ha confermato la sua massima attenzione su questa battaglia importantissima”, è quanto ha dichiarato Giovanni Sgambati, segretario generale della UIL Campania, a margine dell’incontro di Cgil Cisl Uil, insieme alle categorie dei metalmeccanici, col neo sindaco Gaetano Manfredi.

“Queste ore sono cruciali per trovare una soluzione adeguata per le lavoratrici e i lavoratori della Whirlpool di Napoli senza passare per i licenziamenti, continua Sgambati, e il pressing che stiamo attuando ci deve portare lunedì prossimo ad una decisione da parte del Governo che confermi tale volontà. È bene che si sappia che difendere lo stabilimento e l’attività produttiva di via Argine è fondamentale anche perché non possiamo più permetterci quella deriva, troppe volte fallimentare, dei processi di reindustrializzazione.”

“Napoli non molla”, continua il leader della UIL Campania, non è solo uno slogan che ci ha accompagnati per più di due anni, ma deve tradursi di fatto in una forte coesione tra istituzioni, sindacati e lavoratori.”

Continua a leggere

Campania

L’ottava del Napoli. Batte il Torino 1-0 e guida ancora la serie A

Pubblicata

il

Viktor Osimhen esulta dopo il goal segnato al Torino - foto di Vincenzo Di Monda
L'esultanza di Osimhen dopo il goal vittoria contro il Torino - foto di Vincenzo Di Monda

NAPOLI – Ottava vittoria per il Napoli di Spalletti in serie A che batte 1-0 un coriaceo Torino, mai veramente pericoloso, ma comunque che ha fatto una buona prestazione di fronte ad un Napoli sfortunato in vari episodi ed anche sciupone. Al 26′ Insigne si fa bloccare un rigore da Milinkovic-Savic.Nella ripresa prima annullato un gol a Di Lorenzo (57′),poi c’è il palo di Lozano (62′). Gran parata di Ospina su Brekalo (65′) che al 70′ spreca tutto da buona posizione. Nel finale ci pensa Osimhen a sbloccare il match con un imperioso stacco aereo che vale l’1-0 (81′) dopo una giocata fantastica di Mertens. È il goal vittoria.

Continua a leggere

Primo Piano