Collegati con noi

Campania

Calcio: il Napoli perde a Verona 3-1 e tocca il fondo

Pubblicata

il

VERONA – Forse è il momento più buio del Napoli targato Gattuso. La sconfitta in rimonta dei veneti oggi al Bentegodi contro il Verona indomito potrebbe portare la società anche a sostituire il tecnico calabrese che purtroppo tecnicamente sta dimostrando grosse lacune ripetendo sempre gli stessi errori. Ed i tifosi insorgono sui social chiedendo a De Laurentiis di mandare via Gattuso già questa sera. Eppure la partita si era messa subito bene per il Napoli a segno dopo 10 secondi dall’avvio con Lozano furbo su un errore di Dimarco. Poi i partenopei hanno anche sfiorato nei primi 20 minuti per ben due volte il raddoppio. Ma a metà fine primo tempo il Veronna si riprende ed il Napoli sparisce dal campo. Ma al ’34 in contropiede dopo una dormita a centro campo di Di Lorenzo il Verona pareggia con Dimarco che si fa perdonare lo svarione nel vantaggio del Napoli. Secondo tempo e il Napoli resta praticamente negli spogliatoi e l’allenatore non ha il coraggio di fare i campi opportuni. Al ’16 azione di contropiede del Verona, Bakayoko si fa superare senza alcun problema da Barak e non riesce neanche a provare un minimo contrasto. Barak trova l’angolino giusto e insacca con Meret che sta a guardare. Il terzo gol se lo porta sulla coscienza Mertens che sbaglia clamorosamente servendo un giocatore avversario, poi ci mette lo zampino anche Meret incerto sulla parata successiva ed infine insacca di testa Zaccagni lasciato tutto solo dalla difesa del Napoli. 3-1 sacrosanto, Napoli inguardabile che dopo la sconfitta in Supercoppa con la Juve perde ancora e con una prestazione pessima.

IL TABELLINO

VERONA-NAPOLI 3-1

Verona (3-4-2-1): Silvestri 6,5; Dawidowicz 6,5, Gunter 6 (31′ st Lovato 6,5), Dimarco 6,5 (11′ st Magnani 6); Faraoni 6, Ilic 7, Tameze 6,5, Lazovic 6,5; Barak 8, Zaccagni 6,5 (38′ st Bessa sv); Kalinic 5 (11′ st Di Carmine ). All.: Juric 7. A disp.: Berardi, Cetin, Amione, Ruegg, Danzi, Salcedo, Colley, Favilli.

Napoli (4-2-3-1): Meret 4; Di Lorenzo 4, Maksimovic 4, Koulibaly 5,5, Hysaj 5; Demme 6 (20′ st Politano 5,5), Bakayoko 4 (38′ st Lobotka sv); Lozano 6,5, Zielinski 5 (38′ st Elmas sv), Insigne 4,5 (15′ st Mertens 4,5); Petagna 5,5 (20′ st Osimhen ). All.: Gattuso 3. A disp.: Ospina, Contini, Manolas, Rrahmani, Mario Rui, Ghoulam, Llorente.

Arbitro: Fabbri

Marcatori: 1′ pt Lozano (N), 34′ st Dimarco (V), 16′ st Barak (V), 34′ st Zaccagni (V)

Ammoniti: Magnani, Zaccagni, Juric (V), Demme, Di Lorenzo, Koulibaly (N)

Espulsi: –

Continua a leggere

Campania

Calcio: Napoli ad un soffio dalla vittoria, fermato dalla Roma all’Olimpico. FInisce 0-0

Pubblicata

il

IMG 9963

ROMA – Il Napoli domina gran parte del match con la Roma all’Olimpico ma non riesce ad andare in vantaggio nonostante diverse occasioni importanti soprattutto nella prima parte del secondo tempo. E il 62% di possesso palla contro il 38% della Roma la dice tutta sulla partita. Sicuramente mediocre l’arbitraggio dell’arbitro Davide Massa, il peggiore del match che inspiegabilmente ha prima espulso Morinho nel corso della partita ed ancora più clamorosamente dopo il match, giusto per pareggiare i conti con gli allenatori, ha espulso anche Luciano Spalletti, reo di essersi complimentato con il giudice di gara dicendogli “bravo” ed applaudendolo, ma palesemente senza alcun intento ironico. Massa che probabilmente aveva la coda di paglia visto il suo arbitraggio non all’altezza del match ha estratto il cartellino rosso. Ma torniamo alla partita. Primo tempo abbastanza bloccato, Cristante lancia perfettamente Abraham che si divora una grance occasione. Nel secondo temp il Napoli sembra più convinto e determinato: cross basso di Politano, Osimehn e Ibanez rimpallano, palla sul palo (60′). Osimehn di testa scheggia la traversa. Karsdorp imbuca per Pellegrini, tiro in acrobazia fuori bersaglio. Mancini di testa, a lato di pochissimo. Secondo giallo a Mourinho (81′) per proteste plateali. L’allenatore portoghese praticamente è come se non uscisse dalla panchina perchè l’Olimpico, anche uscendo dal rettangolo di gioco, permette di poter stare a 20 centimetri a ridosso della panchina. Ma il quarto uomo e neanche Massa si avvedono di nulla. Con lo 0-0 il Napoli riprende la testa della classifica per la migliore differenza reti insieme al Milan.

Continua a leggere

Campania

Colpo del Napoli Basket che batte i campioni d’Italia della Virtus Bologna

Pubblicata

il

mayo belinelli
Josh Mayo in contropiede inseguito da Marco Belinelli - foto di Felice Torella

NAPOLI – Colpo del Napoli Basket che nell’anticipo delle 12 batte niente di meno che la Virtus Bologna campoione d’Italia. Il risultato finale è 92-89 per Napoli. Prestazione formidabile per i ragazzi di coach Stefano Sacripanti, che aprono la gara con il 23-20 al primo intervallo e con la doppia cifra di vantaggio firmata lungo la seconda frazione (48-37 al rientro negli spogliatoi). La Virtus prova il recupero, contenuto da Napoli nel terzo quarto, meno nel finale. Parziale conclusivo vinto dalle V nere con il punteggio di 31-24 e brividi negli istanti conclusivi, ma la Gevi tiene e conquista due punti fondamentali costringendo la Segafredo al primo stop in campionato. Markis McDuffie è il miglior realizzatore per Napoli con 22 punti. Josh Mayo saluta la squadra partenopea (rescissione per problemi familiari ottenuta dal giocatore) con una prestazione da 19 punti e 4 assist. Alla Virtus non bastano i 23 punti di Kyle Weems. La Gevi sale a quota 4 punti dopo 5 turni di campionato.

IL CARTELLINO

Gevi Napoli – Virtus Segafredo Bologna 92-89

Parziali: 23-20, 25-17, 20-21, 24-31
Napoli: McDuffie 22, Parks 15, Mayo 19, Elegar 14, Rich 6, Zerini, Matera, Velicka 11, Marini 5, Uglietti, Lombardi. All. Sacripanti.
Virtus: Belinelli 6, Hervey 14, Sampson 11, Weems 23, Cordinier 12, Tessitori 10, Pajola 5, Alibegovic 3, Ruzzier 3, Alexander 2, Ceron, Barbieri. All. Scariolo.
Arbitri: Giovannetti, Borgioni, Valzani.

Continua a leggere

Campania

Appalti in ospedale e camorra, 40 misure cautelari eseguite dalla polizia a Napoli

Pubblicata

il

NAPOLI – Dalle prime ore dell’alba di oggi, la Polizia di Stato su delega della Procura della Repubblica di Napoli – Direzione Distrettuale Antimafia -, sta eseguendo un’ordinanza di applicazione di misure cautelari nei confronti di oltre 40 persone, alcune appartenenti all’Alleanza di Secondigliano, altri pubblici ufficiali ed imprenditori, coinvolti nell’alterazione di gare di appalto ospedaliere, estorsioni alle ditte operanti presso le predette strutture: servizio di trasporto ammalati, onoranze funebri, imprese di costruzione, imprese di pulizie.

Continua a leggere

Primo Piano