Collegati con noi

Campania

58 vetture abbandonate rimosse dai Carabinieri: erano tutte senza assicurazione

Pubblicata

il

NAPOLI – Questa notte, i Carabinieri della Stazione di Napoli Poggioreale e la Polizia Municipale di Napoli, col supporto delle Squadre di Intervento Operativo del 10° Reggimento Carabinieri Campania, hanno effettuato un servizio congiunto, volto alla rimozione di veicoli in stato di abbandono sulla pubblica via.
Le operazioni si sono svolte nel quartiere di Poggioreale, in un parcheggio pubblico di via Claudio Miccoli, dove i Carabinieri nei giorni scorsi, nell’espletamento dei normali servizi di controllo del territorio, avevano notato un’alta concentrazione di veicoli in palese stato di abbandono, alcuni incidentati, altri privi degli pneumatici o di alte parti essenziali della carrozzeria. Dai successivi accertamenti svolti con l’ausilio del Nucleo Veicoli Abbandonati e della Centrale Operativa della Polizia Municipale di Napoli è emerso che le autovetture, tutte di proprietà di privati cittadini, oltre ad essere regolarmente iscritte al PRA, erano altresì prive della copertura assicurativa obbligatoria.
Pertanto nella scorsa nottata, i Carabinieri di Poggioreale e del Reggimento Campania, il Nucleo Veicoli Abbandonati nonché personale di Polizia Giudiziaria della Polizia Locale, con un massiccio dispiegamento di forze, hanno proceduto alle operazioni di rimozione di 58 autovetture abbandonate, tutte recuperate a mezzo di carroattrezzi e trasportate in una depositeria convenzionata del Comune di Napoli.
Ai proprietari trasgressori, in caso d’inerzia, viene contestato, l’abbandono di rifiuti su suolo pubblico ai sensi del Testo Unico Ambientale, con sanzione di 1666,66 euro. (p.m.r.), nonché nei casi di mancata copertura assicurativa ai sensi dell’ art.193 C.d.s. una sanzione da 866,00 a 3.464,00 euro con riduzione del 30% con il pagamento nei 5 giorni.
Analoghi servizi saranno svolti nei prossimi giorni.

Continua a leggere

Campania

Napoli nel Cuore, musica e poesia per raccontare una città dalle tante contraddizioni

Pubblicata

il

Napoli Nel Cuore 2021

NAPOLI – Una nuova edizione on line per proporre a tutti un nuovo affasciante viaggio nella cultura napoletana di ieri e di oggi. Torna anche quest’anno “Napoli nel cuore”, la manifestazione ideata da Fabrizio Finamore e giunta alla sua nona edizione, dedicata alla cultura napoletana. In prima sabato 27 novembre alle ore 20:30 sul sito ufficiale della manifestazione, http://www.napoli-nel-cuore.it/, poi sempre visibile in home page, si potrà godere di uno spettacolo unico che vuole raccontare quell’universo sociale e culturale che Napoli ha espresso nella storia e che fa sì che alla cultura napoletana si rimanga profondamente, visceralmente legati. Dagli spazi romani del teatro Eduardo De Filippo di Officina Pasolini in Roma, che ne ha ospitato la conduzione e alcuni interventi, Finamore introdurrà e coordinerà le esibizioni arrivate dagli artisti di questa nona edizione che racconteranno con note, canzoni, racconti e testimonianze il loro rapporto con Napoli e la sua cultura.

Dopo otto edizioni teatrali – ricorda Finamore – lo scorso anno in pieno lock down era andata in scena la prima edizione digitale dell’evento. Ci è mancato molto quel pubblico che in tutti gli anni precedenti ha sempre riempito le platee dei teatri che ci hanno ospitato, ma dobbiamo dire che è stato ugualmente un successo per numero di collegamenti e visualizzazioni ottenute, ma anche per i risultati raggiunti con la raccolta. Così anche quest’anno abbiamo deciso di riproporre una nuova versione on line per una finalità importante con grandi artisti, dedicata alle tante persone ormai legate a questa manifestazione e ai tantissimi amanti della cultura napoletana nel mondo”.

Nata nel 2013 in ricordo di Mario Finamore – il suo quarantennale impegno in Rai, in cui la sua Napoli era sempre presente, è il caso di molti napoletani nel mondo da sempre ambasciatori della propria cultura in pectore – Napoli nel cuore in questi anni ha coinvolto tanti artisti – napoletani e non – che hanno realmente partecipato con il cuore alle sue edizioni e contribuito alla crescita e al suo successo: tra questi Renzo Arbore, Enrico Montesano, Mariano Rigillo, Tosca, Alex Britti, Teresa De Sio, Nino D’Angelo, Edoardo Bennato e tanti altri.
Il viaggio prosegue ora con il contributo di nuovi grandi protagonisti che hanno amichevolmente supportato l’evento attraverso un proprio personale contributo video. Dopo il simpatico intervento di apertura di una napoletana DOC come Marisa Laurito nel corso dell’evento digitale di quest’anno troveremo la performance di Elisabetta Serio, storica pianista di Pino Daniele che tornerà sul palco di Napoli nel cuore questa volta con la formazione delle SESEMAMA (Brunella Selo, Annalisa Madonna, Fabiana Martone) per proporre un loro magico tributo proprio al “nero a metà”. L’evento digitale poi sarà arricchito dalla testimonianza di Laura Valente, storica vocalist dei Matia Bazar ma, in questa occasione, soprattutto nella veste di moglie di una delle più grandi voci della musica italiana: Mango. Grazie a lei e ad alcune “chicche” che ha riscoperto proprio per il pubblico di “Napoli Nel cuore”, ripercorreremo le emozionanti esibizioni del grande artista lucano dedicate proprio a Napoli e alla sua canzone. Altro grande ritorno quest’anno quello di Joe Barbieri cantautore raffinato che per questa edizione ha voluto proporre voce e chitarra “Vedi Napoli e poi canta”, il brano tratto dal suo ultimo apprezzatissimo ultimo album “Tratto da una storia vera” dedicato proprio alla sua città. Ma come nel caso di Mango non mancheranno nel corso dell’evento anche altre testimonianze di artisti che napoletani non sono ma che dalla sua cultura sono da sempre affascinati. Ne è un chiaro esempio uno dei giovani cantautori più apprezzati della nuova generazione, scoperto e stimatissimo da Franco Battiato, Giovanni Caccamo è un artista di rara sensibilità, anche lui, da siciliano, ha voluto dare una breve testimonianza del suo legame con la cultura napoletana. Ma tra gli ospiti straordinari di questa edizione spicca la testimonianza di Mogol che siamo andati a trovare nella sua scuola il CET da dove ha voluto raccontare al pubblico di Napoli nel cuore aneddoti, ricordi e quanto la cultura napoletana ha influenzato i suoi 50 anni di capolavori della musica italiana.
A chiudere l’evento poi, sarà una grande artista internazionale come Noa che ha sempre coniugato la musica del mondo con l’attenzione al sociale e che, accompagnata da Gil Dor alla chitarra, per NNC proporrà una sua splendida interpretazione di un classico della canzone napoletana come Santa Lucia. Immancabili, infine, due ospiti che da anni hanno visto crescere la manifestazione partecipando a quasi tutte le edizioni con le performance di assoluta originalità, gli attori Pino Ammendola e Vittorio Viviani accompagnati “virtualmente” dalla chitarra dal giovane cantautore Matteo Cappella.
Fondamentale anche quest’anno anche la finalità sociale dello spettacolo che si conferma come un grande evento nato per abbinare cultura e solidarietà. In questi nove anni infatti “Napoli nel cuore”, grazie all’impegno di tanti artisti e grazie alla generosità del pubblico e di chi come la Production Group anche quest’anno sostiene l’iniziativa, è riuscita ad ottenere risultati concreti e tangibili. E concreta è anche la finalità di quest’anno legata al progetto Cucina Solidale. Da anni la Comunità di Sant’Egidio di Napoli porta avanti una grande attività legata alle cene itineranti per i tanti senza fissa dimora e per tutte le persone in difficoltà che soprattutto dopo questo tempo di Covid, così difficile per tutti, non avendo nulla sono rimaste isolate in strada. Questa cucina solidale produce, grazie a volontari ed amici di Sant’Egidio, centinaia di pasti a settimana che vengono confezionati e offerti alle persone non senza una parola di conforto.
Tutte le donazioni di quest’anno andranno a sostenere questo progetto, con l’acquisto di beni essenziali e concreti, quali ad esempio dei congelatori. Per tale finalità, durante tutto il corso dell’evento digitale, il pubblico troverà in sovraimpressione direttamente l’Iban della comunità di Sant’Egidio di Napoli (IT82V0200803443000400482192) che è possibile sostenere con la propria offerta libera, con la causale “Napoli nel cuore”.
Sul sito della manifestazione è possibile ripercorrerne la storia e le testimonianze attraverso foto, commenti, video e rassegna sia delle serate teatrali che degli eventi di consegna degli scorsi anni.

Continua a leggere

Campania

Calcio: Napoli ad un soffio dalla vittoria, fermato dalla Roma all’Olimpico. FInisce 0-0

Pubblicata

il

IMG 9963

ROMA – Il Napoli domina gran parte del match con la Roma all’Olimpico ma non riesce ad andare in vantaggio nonostante diverse occasioni importanti soprattutto nella prima parte del secondo tempo. E il 62% di possesso palla contro il 38% della Roma la dice tutta sulla partita. Sicuramente mediocre l’arbitraggio dell’arbitro Davide Massa, il peggiore del match che inspiegabilmente ha prima espulso Morinho nel corso della partita ed ancora più clamorosamente dopo il match, giusto per pareggiare i conti con gli allenatori, ha espulso anche Luciano Spalletti, reo di essersi complimentato con il giudice di gara dicendogli “bravo” ed applaudendolo, ma palesemente senza alcun intento ironico. Massa che probabilmente aveva la coda di paglia visto il suo arbitraggio non all’altezza del match ha estratto il cartellino rosso. Ma torniamo alla partita. Primo tempo abbastanza bloccato, Cristante lancia perfettamente Abraham che si divora una grance occasione. Nel secondo temp il Napoli sembra più convinto e determinato: cross basso di Politano, Osimehn e Ibanez rimpallano, palla sul palo (60′). Osimehn di testa scheggia la traversa. Karsdorp imbuca per Pellegrini, tiro in acrobazia fuori bersaglio. Mancini di testa, a lato di pochissimo. Secondo giallo a Mourinho (81′) per proteste plateali. L’allenatore portoghese praticamente è come se non uscisse dalla panchina perchè l’Olimpico, anche uscendo dal rettangolo di gioco, permette di poter stare a 20 centimetri a ridosso della panchina. Ma il quarto uomo e neanche Massa si avvedono di nulla. Con lo 0-0 il Napoli riprende la testa della classifica per la migliore differenza reti insieme al Milan.

Continua a leggere

Campania

Colpo del Napoli Basket che batte i campioni d’Italia della Virtus Bologna

Pubblicata

il

mayo belinelli
Josh Mayo in contropiede inseguito da Marco Belinelli - foto di Felice Torella

NAPOLI – Colpo del Napoli Basket che nell’anticipo delle 12 batte niente di meno che la Virtus Bologna campoione d’Italia. Il risultato finale è 92-89 per Napoli. Prestazione formidabile per i ragazzi di coach Stefano Sacripanti, che aprono la gara con il 23-20 al primo intervallo e con la doppia cifra di vantaggio firmata lungo la seconda frazione (48-37 al rientro negli spogliatoi). La Virtus prova il recupero, contenuto da Napoli nel terzo quarto, meno nel finale. Parziale conclusivo vinto dalle V nere con il punteggio di 31-24 e brividi negli istanti conclusivi, ma la Gevi tiene e conquista due punti fondamentali costringendo la Segafredo al primo stop in campionato. Markis McDuffie è il miglior realizzatore per Napoli con 22 punti. Josh Mayo saluta la squadra partenopea (rescissione per problemi familiari ottenuta dal giocatore) con una prestazione da 19 punti e 4 assist. Alla Virtus non bastano i 23 punti di Kyle Weems. La Gevi sale a quota 4 punti dopo 5 turni di campionato.

IL CARTELLINO

Gevi Napoli – Virtus Segafredo Bologna 92-89

Parziali: 23-20, 25-17, 20-21, 24-31
Napoli: McDuffie 22, Parks 15, Mayo 19, Elegar 14, Rich 6, Zerini, Matera, Velicka 11, Marini 5, Uglietti, Lombardi. All. Sacripanti.
Virtus: Belinelli 6, Hervey 14, Sampson 11, Weems 23, Cordinier 12, Tessitori 10, Pajola 5, Alibegovic 3, Ruzzier 3, Alexander 2, Ceron, Barbieri. All. Scariolo.
Arbitri: Giovannetti, Borgioni, Valzani.

Continua a leggere

Primo Piano