Collegati con noi

Breaking News

Pfizer non consegna i vaccini in Europa, vicenda dalle tinte fosche

Pubblicata

il

ROMA – Il rallentamento di Pfizer nelle consegne del vaccino in diversi paesi europei, non ultimo la Germania rischia non solo di mandare in tilt il sistema di vaccinazioni approntato, ma di vanfiicare quelle fatte finora per mancanza delle nosi decessarie al richiamo. Gli ultimi due Paesi in cui ciò è avvenuto sono proprio l’Italia, che minaccia di avviare dei procedimenti giudiziari ed ora anche la Germania. La vicenda è di per se poco chiara, anche perchè sulle scorte necessarie le informazioni sono datate e quindi questo improvviso black out non è comprensibile. Il sospetto è che il vaccino Pfizer-Biontech sia stato invece dirottato altrove. Tra l’altro le dosi dell’altro approvato dall’Ema, quello di Moderna, sono ancora troppo poche per sopperire alla penuria attuale di dosi. In questo panorama dalle tinte molto fosche e che preoccupa non poco, visto che il vaccino è l’univo vero rimedio all apandemia, oggi il Fondo russo per gli investimenti ha presentato all’Ema, Agenzia europea per il farmaco, domanda di registrazione del vaccino Sputnik V. E’ terminata la revisione scientifica tra gli esperti dello Sputnik V e dell’Ema sul vaccino russo. Le raccomandazioni basate sui risultati della revisione saranno inviati al team dello Sputnik V entro 7-10 giorni. Una notizia che potrebbe aprire un altro fronte e comunque portare anche i russi ad inserirsi nel grande “affare” delle vaccinazioni anti Covid-19.

Continua a leggere

Breaking News

Consiglio di Stato: obbligo vaccinale per il personale medico è legittimo

Pubblicata

il

medicovaccino

ROMA – L’obbligo vaccinale per il personale sanitario è leggittimo. Cosi ha sentenziato il Consiglio di Stato. Respinta l’istanza di alcuni medici, paramedici, farmacisti e parafarmacisti ed altri operatori sanitari che operano nel Friuli-Venezia-Giulia. “L’obbligo vaccinale – scrivono i giudici  del Consiglio di Stato – non si fonda solo sulla relazione di cura e fiducia tra paziente e personale sanitario, ma anche sul più generale dovere di solidarietà che grava su tutti i cittadini”. L’obbligo vaccinale, aggiungono i giudici , “è imposto a tutela non solo del personale sanitario, impegnato nella lotta contro la diffusione del Covid, ma anche dei pazienti e delle persone più fragili che sono ricoverate o si recano comunque nelle strutture sanitarie o socioassistenziali”. “E l’obbligo vaccinale  – conclude il Consiglio di Stato – non si fonda solo sulla relazione di cura e fiducia tra paziente e personale sanitario, ma anche sul più generale dovere di solidarietà (art. 2 Cost.) che grava su tutti i cittadini, a cominciare dal personale sanitario, nei confronti dei soggetti più vulnerabili e che sarebbero più esposti alle conseguenze gravi o addirittura letali del virus per via del contatto con soggetti non vaccinati”.

Continua a leggere

Breaking News

Iss: deceduti vaccinati sono i più anziani e fragili

Pubblicata

il

ROMA – Secondo un approfondimento contenuto nell’ultimo report dell’Istituto superiore di sanità, basato su un campione di cartelle cliniche nel periodo 1 febbraio-5 ottobre di eceduti per Covid che hanno ultimato il ciclo vaccinale hanno un’età media più alta rispetto ai non vaccinati (85,5 contro 78,3) e sono “iperfragili”. Anche il numero medio di patologie osservate è “significativamente più alto” nei vaccinati: 5 patologie preesistenti contro 3,9 dei non vaccinati.

Continua a leggere

Breaking News

Ritorno a scuola: 900 mila verifiche per il controllo del green pass questa mattina

Pubblicata

il

green pass

ROMA – Ci sono state più di 900.000 verifiche sulla Piattaforma per il controllo del Green pass a scuola che è attiva da questa mattina. Questo secondo i dati comunicati dal ministero dell’Istruzione. “Questo è un Paese che sa fare cose che funzionano, tutti in giro per l’Europa mi stanno chiedendo la Piattaforma”, ha detto il ministro Bianchi aprendo l’anno scolastico alla primaria Carducci di Bologna. E ai bambini, citando l’Inno di Mameli: “Stringiamoci a coorte. Quando si muove la scuola si muove il Paese. Il Paese si muove perché si muovono i bambini”.

Continua a leggere

Primo Piano