Collegati con noi

Aerospazio

Airbus e OCCAR firmano il contratto per l’Eurodrone

Pubblicata

il

Jean Brice Dumont Airbus DS and Lucio Valerio Cioffi Leonador S.p.A Eurodrone Signature
Jean Brice Dumont e Lucio Valerio Cioffi

MANCHING –Airbus e l’Organizzazione congiunta per la cooperazione in materia di armamenti (Organisation for Joint Armament Co-operation – OCCAR) hanno firmato il contratto globale Eurodrone, che include lo sviluppo e la produzione di 20 sistemi e 5 anni di supporto iniziale in servizio. Airbus Defence and Space GmbH, capocommessa, ha firmato in rappresentanza dei tre subappaltatori principali (Major Sub-Contractors, MSC), ovvero Airbus Defence and Space S.A.U in Spagna, Dassault Aviation in Francia e Leonardo S.p.A. in Italia. Da parte sua, OCCAR ha firmato a nome delle quattro nazioni coinvolte nel lancio del programma, vale a dire Germania, Francia, Italia e Spagna.

“Questa firma è il primo passo verso lo sviluppo di uno dei più ambiziosi programmi di difesa europei. Eurodrone è il risultato del lavoro in collaborazione tra le aziende del settore, OCCAR e i vari paesi coinvolti. L’iniziativa consentirà di realizzare il più avanzato sistema aereo a pilotaggio remoto (Unmanned Aerial System – UAS) nel suo segmento, genererà più di 7.000 posti di lavoro ad alto tasso tecnologico all’interno del settore e rafforzerà la sovranità industriale, il know-how e la collaborazione tra i paesi europei”, ha commentato Mike Schoellhorn, CEO di Airbus Defence and Space.

Secondo Eric Trappier, CEO di Dassault Aviation, “questo contratto evidenzia la determinazione delle nazioni europee e dei partner industriali a raggiungere gli obiettivi politici e ad affrontare le sfide tecnologiche che portano alla sovranità della difesa europea. Programmi innovativi con forti basi tecnologiche chiave garantiranno l’autonomia strategica dell’Europa offrendo nuove alternative all’acquisizione on-the-shelf di prodotti non europei. Grazie a una visione condivisa e a un approccio pragmatico, Eurodrone è supportato dalla scelta delle migliori competenze interne e dell’esperienza di ogni azienda”.

“L’annuncio odierno segna un traguardo importante per le Nazioni Europee – ha sottolineato Lucio Valerio Cioffi, Direttore Generale di Leonardo – e conferma la determinazione e gli importanti risultati che i Partner Industriali hanno raggiunto nell’affrontare le sfide che accompagnano lo sviluppo di un complesso e strategico programma europeo di difesa e sicurezza. Eurodrone fornirà alle Forze Armate alte prestazioni ed un sistema operativo autonomo, rappresentando un elemento chiave dell’Industria della Difesa Europea così come un’opportunità unica per dimostrare le nostre altissime capacità e competenze tecnologiche che derivano da decenni di collaborazione europea su programmi militari. Eurodrone contribuirà a sostenere le competenze chiave e l’occupazione in Europa, fornendo alle Forze Armate sistemi operativi indipendenti ad altissime prestazioni per gli anni a venire”.

Arctic mission Eurodrone

Arctic mission Eurodrone

Eurodrone è un sistema aereo a pilotaggio remoto (Remotely Piloted Aircraft System – RPAS) a media altitudine e lunga durata (Medium Altitude Long Endurance – MALE) con capacità versatili e adattabili che lo rendono la piattaforma perfetta per missioni di intelligence, sorveglianza, acquisizione obiettivi e ricognizione (Intelligence, Surveillance, T arget Acquisition, and Reconnaissance – ISTAR) o per operazioni che coinvolgono la sicurezza nazionale. L’architettura aperta, che fa parte della sua progettazione a prova di futuro, permetterà l’incremento e l’adattamento delle capacità dei sistemi in base alle esigenze future delle forze armate coinvolte.

Eurodrone è il primo MALE appositamente progettato per soddisfare i requisiti per l’integrazione nello spazio aereo civile, contribuendo a migliorare l’efficienza grazie all’uso di rotte dirette ed eliminando la necessità di individuare siti di atterraggio di emergenza prima del volo: tutto ciò consentirà di risparmiare tempo e carburante, riducendo quindi anche le emissioni di CO2.

Il velivolo si basa sul Sistema digitale per progettazione, produzione e servizi (Digital Design, Manufacturing and Services – DDMS), un nuovo approccio incentrato sul digitale e applicato da Airbus alle modalità di progettazione, produzione e utilizzo dei sistemi aerospaziali in tutte le fasi del prodotto. Eurodrone è il primo programma che verrà completamente progettato e sviluppato fin dal principio tramite il DDMS seguendo un approccio graduale, il tutto con lo scopo di ottenere una migliore pianificazione degli aggiornamenti, una maggiore disponibilità operativa e una riduzione dei costi del ciclo di vita.

Continua a leggere