Collegati con noi

Tecnologia

Arkeda 2021: Hiltron lancia “Bioma”, sistema domologico per l’interazione e il dialogo con dispositivi interni ed esterni

Pubblicata

il

Antonio Vitiello
Antonio Vitiello, direttore marketing Hiltron Security

NAPOLI – Si chiama “Bioma” e prende il nome da una vasta regione del mondo caratterizzata da forme dominanti di piante e clima, che interagiscono producendo una comunità biotica distinta e unica. Bioma è un progetto di Hiltron Security, azienda leader nel settore dei sistemi di sicurezza da oltre 40 anni. Professionalità e alta tecnologia al servizio del mercato italiano e internazionale, è l’azienda partenopea con il maggior numero di istallazioni per bacino di utenza, e il maggior tasso di crescita negli ultimi 20 anni, una storia di successi all’insegna dell’innovazione e della sostenibilità. “Bioma” è stato presentato oggi in occasione di un laboratorio ad Arkeda 2021, la mostra convegno dell’architetture, edilizia, design e arredo in corso alla Mostra d’Oltremare di Napoli. A presentare questa novità targata Hiltron Security, il suo direttore marketing Antonio Vitiello: «Bioma – spiega Vitiello – è un sistema vivo, attivo, che cresce con i tuoi progetti, e adattivo: capace di integrarsi perfettamente con gli spazi che si possono immaginare nelle proprie abitazioni. Il sistema domologico permette l’interazione e il dialogo con dispositivi interni, ma anche con quelli esterni: videocitofoni, sensori per il rilevamente di malfunzionamento degli impianti o sistemi di allarme». Insomma è  un servizio completo che dà la possibilità di gestire il proprio ambiente attraverso un semplice clic. «Quando in natura variabili discordanti – prosegue il direttore marketing di Hiltron Security –  trovano un equilibrio nasce un bioma: un sistema perfetto che permette lo sviluppo della vita. Bioma  di Hiltron segue lo stesso concetto, crea il giusto ecosistema per permettere la vita nello spazio».

Continua a leggere

Tech

Il 6 dicembre ultimo appuntamento dei GoDaddy Talk 2021 con Redooc.com

Pubblicata

il

blog 1638198277

Si concluderà il prossimo 6 dicembre il ciclo di GoDaddy Talk 2021. È infatti ormai arrivato il momento dell’ultimo e decimpo appuntamento (ma non per importanza, ndr) dei Talk. Infatti, il 6 dicembre alle ore 17.00, si concluderà il ciclo in bellezza, dopo un anno ricco di interessanti interviste, con il confronto con Chiara Burberi, President e CEO di Redooc.com, piattaforma didattica digitale per le competenze di base – come matematica, italiano, inglese e tanto altro – con più di mezzo milione di utenti registrati. Come sempre si potrà vedere il nuovo GoDaddy Talk gratuitamente, collegandosi alla pagina Facebook di GoDaddy.  A partire dalla sua fondazione nel 2013 ad oggi, Redooc è arrivata a registrare 2,5 milioni di lezioni viste, ben 15 milioni di esercizi svolti, 5 mila videolezioni e 85 mila esercizi interattivi.   Ma Redooc non è solo una piattaforma di didattica digitale per la scuola, è anche un editore di contenuti scolastici che “piega” il digitale alla didattica. Grazie alla gamification, e quindi usando l’espediente del gioco come incentivo allo studio e all’avanzamento, i ragazzi possono imparare in modo più interattivo e dinamico tramite computer o dispositivi mobili.  Redooc, dunque, usa il linguaggio naturale e la tecnologia in coerenza con le abitudini e le preferenze dei giovani: video, gamification, mappe, smartphone ed è un progetto innovativo che ripensa in modo radicale il modo di fare “educazione”, da latino educere, mettendo al centro gli studenti e valorizzando il ruolo dei docenti. Anche per questo siamo in beta permanente. Ed è una piattaforma ad alta accessibilità, perché ognuno deve essere libero di seguire tempi e modi del proprio personale processo di apprendimento, che spesso non coincide con il metodo d’insegnamento tradizionale, basato sull’ascolto e sulla memorizzazione, non adatto ad individuare e far emergere i talenti nascosti. Insieme a Chiara Burberi, intervistata dalla sola e unica Veronica Benini (alias @Spora), si parlerà della filosofia alla base di Redooc, del suo funzionamento, di giovani e tecnologia, dell’atteggiamento dei ragazzi verso l’offerta di un business come Redooc e di molto altro. Ovviamente il Talk potrà essere visto come sempre anche dopo il 6 dicembre sulla pagina Facebook di GoDaddy. Ricordiamo che GoDaddy gestisce la piattaforma cloud più grande del mondo dedicata ad aziende indipendenti di piccole dimensioni, con 20 milioni clienti in tutto il mondo e oltre oltre 84 milioni nomi di dominio in gestione.

 

 

 

 


Continua a leggere

Primo Piano

NetCom Group con Vodafone ed Ericsson: apre a Roma l’Elis Smart City Lab

Pubblicata

il

ROMAC’è anche NetCom Group, unica azienda campana e del Sud, nel consorzio delle 8 società italiane e multinazionali che lunedì 15 marzo inaugureranno a Roma l’Elis Smart City lab, un laboratorio immersivo in cui testare soluzioni e tecnologie innovative su misura di smart city. Il “laboratorio” del Consorzio Elis che per quattro mesi, fino al 15 luglio, vedrà in campo aziende, startup e un team di studenti di ingegneria informatica, chiamati a confrontarsi e a mettere a punto progetti che possano contribuire a dare nuova veste alle città italiane facendo leva sulle nuove tecnologie. In dettaglio si punta allo sviluppo, entro luglio, di proof of concept in luoghi ad elevata pedonabilità per testarne efficacia ed efficienza. Otto le aziende che hanno deciso di scendere in campo: NetCom Group, A2A Smart City, Autostrade Tech, Cellnex, Ericsson, Eurotech, Inwit e Vodafone che affiancheranno le tre startup Waterview, G-Move e Eagle Project. 15 gli studenti di ingegneria informatica selezionati fra circa 150 del Polo didattico del Politecnico di Milano (Digital University Elis). «E’ l’occasione – spiega Domenico Lanzo, CEO di NetCom Group – di una sperimentazione concreta su temi di grande innovazione e utilità come lo Smart city, che richiedono necessariamente un impegno comune per formare e preparare strutture tecnologiche e persone, idonee a questa grande trasformazione. La Collaborazione con Elis e in particolare con Vodafone è perfettamente incentrata e idonea a tale rilevante impegno».

Continua a leggere

Aerospazio

Al via TgTech di i-Talicom con un occhio attento sull’hi-tech Made in Sud

Pubblicata

il

NAPOLI – Avrà inizio domani sera venerdì 12 febbraio, alle 21 su Ora Tv, canali 287 e 827 del digitale terrestre in Campania, in streaming sul web, il nuovo progetto televisivo della redazione di i-Talicom, la testata on line tecnologica con redazione centrale a Napoli ed una sede distaccata anche a Roma, con la prima puntata del TgTech, un magazine settimanale dedicato alle tecnologie ed all’innovazione con un occhio attento a ciò che si muove in Campania e nel resto del Sud. Il magazine televisivo andrà in onda ogni settimana il venerdì sera alle ore 21 e sarà disponibile anche sul canale web televisivo (www.italicom.net) della testata giornalistica. In questa prima puntata si parlerà tra l’altro del primo compleanno di Aerotech Campus sorto nel sito di Leonardo a Pomigliano d’Arco, che s’inserisce nella rete dei Leonardo Labs, ovvero i laboratori di innovazione tecnologica di Leonardo, e costituisce il centro di innovazione su materiali e processi produttivi per l’intero Gruppo. Campus che favorisce l’innovazione e l’apertura a nuove soluzioni tecnologiche in linea con i trend di mercato, avvalendosi del supporto dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”. Ma verrà dato risalto anche ad un colosso dell’innovazione tecnologica in campo ingegneristico, NetCom Group che ha sede a Napoli ed in pochi anni si è espansa in tutta Italia ed ha anche operato fondamentali acquisizioni di altre aziende sia nel Nord che nel Centro Italia. Ed ora mira ai mercati internazionali. Ma si parlerà anche di social e di nuove tecnologie. Il TgTech andrà in onda anche in versione radiofonica su i-Talicom Radio, la web radio che fa capo alla testata giornalistica.

Continua a leggere

Primo Piano